L’arte di sopravvivere ad un matrimonio

Standard

Giorno 262.

Giugno, epoca di matrimoni.. Anche in Indonesia, perché alla fine tutto il mondo e’ paese.
Noi ci intrufoliamo curiosi, nel mezzo di una moto-gita lungo il lago Takengon. L’aria e’ fresca, il sole splende sullo specchio d’acqua gelido e cristallino. Una strada sinuosa come un serpente percorre le sponde del lago e Fede si crede subito Valentino Rossi. Finalmente riprendo contatto con una rada vegetazione alpina, familiare, rassicurante dopo le oscurità umide e minacciose della jungla. Poi incappiamo nel matrimonio.

20130614-200040.jpg20130614-200047.jpg

Le dieci regole per sopravvivere ad un matrimonio islamico in Indonesia:

1- Non cadere col motorino mentre ti imbatti dietro una curva in improvvisati dossi di gomma, sparsi qua e la dagli organizzatori dell’evento, che si svolge proprio sul ciglio della strada e coinvolge l’intero villaggio, con l’evidente scopo di scongiurare che autisti spericolati stirino gli invitati, rovinando la festa a tutti quanti.

2- Se si vuole partecipare e’ sufficiente fermarsi con aria incuriosita davanti agli enormi cartelloni nuziali, segnale di matrimonio in corso, e qualcuno ti trascinerà all’interno, sotto il padiglione, perché un western porta bene sempre bene, come una mascotte.

20130614-200433.jpg

3- Vestirsi elegantemente ma non troppo, perché non ci sono tavoli, qualche sedia appena. Il grosso della festa si svolge su stuoie di paglia, seduti tutti insieme appassionatamente. E in un attimo, intorno a te si accumulano centinaia di bicchierini di plastica schiacciati, ossa di pollo, lische di pesce. Gli avanzi di cibo si spiaccicano sotto il tuo peso e la tintoria chi la paga poi?

4- Se si arriva nel pomeriggio sarà difficile vedere gli sposi, perché si ritirano per un sonnellino di bellezza. Devono recuperare le forze per lo sprint finale che li aspetta alla grande balera notturna. Noi siamo fortunati, abbiamo una fugace visione della sposa, sgattaiolata fuori in velo e pigiamino fiorato, in cerca di munizioni da bocca. Ovviamente si rifiuta categoricamente di farsi fotografare.

5- In compenso sarai accolto dai parenti dello sposo, presso i quali si tiene il ricevimento, che da buoni padroni di casa ti offriranno un posto d’onore e si sederanno accanto a te, intrappolandoti in una fitta conversazione a senso unico, in indonesiano stretto.

20130614-200302.jpg

6- I muslim non bevono alcolici, ma sopperiscono con la tecnica dell’ebbrezza da cibo. Vietato rifiutare ogni piatto che ti verrà proposto per quanto piccantissimo. Indimenticabili scene di uomini gonfi di nasi campur, che si dormono addosso con la testa che ciondola sulla panza e la bolla al naso, come i peggiori ubriaconi, serviranno da monito per capire quando smettere di mangiare e iniziare a fingere.

7- Accettare di sedersi sul trono degli sposi, significa acconsentire a subire un estenuante servizio fotografico da parte di una lenta processione di invitati che ti vuole come bomboniera ricordo sul proprio cellulare.

20130614-200140.jpg

8- Allo stesso tempo e’ obbligatorio accettare di fare un sacco di foto inutili a destra e a manca, segno che anche tu ricambi e trovi gli altri invitati interessanti.

20130614-200326.jpg20130614-200551.jpg

9- La musica e’ il cuore della festa, per quanto i partecipanti si dilettino in karaoke più o meno stridenti. Dimostrare di non gradire e’ molto scortese, mentre rifiutasti di partecipare potrebbe addirittura far crollare le proprie quotazioni di portafortuna.

20130614-200149.jpg

10- Il vero problema si porrà quando ormai sfinito vorrai andartene. Le possibilità si alternano tra lo sgattaiolare via di nascosto, cosa quasi impossibile essendo al centro della scena, oppure iniziare a correre sperando di non essere ripreso, abbattendo a testate tutti quelli che si parano lungo il tuo cammino. Noi decidiamo di mentire, promettendo di tornare la sera per la grande balera notturna….

20130614-200332.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...