Java – Informazioni pratiche

Standard

BANYUWANGI
DA FARE:
Base di partenza per la scalata al vulcano Ijen con le suggestive cave di zolfo. Se si vogliono osservare le famose luci blu, la partenza e’ fissata al più tardi per l’una del mattino, perché la città dista un paio d’ore. La camminata finale e’ breve, ma piuttosto ripida.
DORMIRE:
Hotel Berlin Barat – 96.000 Rp camera tripla + colazione inclusa – offre camere spartane che odorano parecchio di umido, affacciate su uno spazioso cortile interno in cui bazzicano autisti da ingaggiare per la corsa fino alla base di partenza per la scalata dell’Ijen. La colazione local a base di riso bianco e pollo piccante e’ corroborante di primo mattino, provare per credere.

PROBOLINGO
DA FARE:
Ci facciamo solo una sosta lungo la strada verso il Bromo. La città non offre nulla di interessante, ma da qui in avanti parte l’assalto dei procacciatori di clienti, disposti a qualsiasi menzogna pur di accaparrarsi turisti per alberghi, escursioni o anche solo una corsa in taxi. Regola numero uno, da quando si scende alla stazione dei bus di Probolingo: non credere a nessuno!
DORMIRE:
Bromo View Hotel – 105.000 Rp camera doppia + colazione inclusa – albergo di alto livello che offre anche buone camere economiche per gli squattrinati come noi. Colazione a buffet con l’imbarazzo della scelta.

CEMORO LAWANG
DA FARE:
Verdeggiante villaggio di montagna con vista mozzafiato sullo spettacolare cratere del Bromo. Il fai da te e’ possibile e consigliabile per non sprecare la magia nella fretta di un tour organizzato. Biglietto d’ingresso 75.000, a persona, e sono soldi davvero ben spesi!
DORMIRE:
Homestay Hedi – 150.000 Rp camera doppia con doccia fredda – camere ampie e pulitissime con abbondanti coperte per proteggersi dal freddo notturno. L’acqua calda e’ un lusso per cui si paga extra, ma è comunque disponibile per chi proprio non riesce a fare la doccia gelata.

YOGYAKARTA
DA FARE:
La capitale dei Batik e’ la base di partenza ideale per la visita del celebre tempio indù di Borobudur. Noleggiare un motorino e muoversi in autonomia e’ sicuramente la scelta migliore oltre che più economica. Biglietto d’ingresso 190.000, cioè come una giornata intera ad Angkor, però qui c’è un solo, seppur splendido, monumento. Degno di nota il mercato degli uccelli che si svolge ogni mattina nella zona sud del centro.
DORMIRE:
Sakura Hotel – 110.000 Rp camera doppia + colazione inclusa – simpatica e accogliente gestione familiare per questo invisibile hotel che si affaccia in un vicolo a due passi dalla via più turistica della città. Le camere economiche come la nostra sono site al pian terreno e trasudano umidità, ma il posto e’ pulito. Terrazzino sul tetto per la colazione che ricorda più che altro uno spuntino.

SOLO
DA FARE:
Base di partenza alternativa per la visita dei templi di Borobudur. Evitare l’ufficio immigrazione di questa città per le pratiche di estensione del visto.
DORMIRE:
Paradiso Guesthouse – 100.000 Rp camera doppia – in un vecchio palazzo coloniale offre camere semplici e pulite che si affacciano su un giardinetto interno. Poco frequentato, ma la gestione familiare e’ davvero gentile e disponibile.

JAKARTA
DA FARE: noi ci passiamo per incontrare Durga Tatoo, tatuatore di fama internazionale che lavora in città. Fede e’ indeciso, io ci faccio sopra un pensierino. In ogni caso non se ne parla fino a settembre. Non vogliamo rinunciare a spiagge e bagni perché abbiamo un tatuaggio da cento dollari l’ora da far guarire sulla spalla.
DORMIRE:
Hotel Bengawan 2 – 225.000 Rp camera doppia AC + free coffee – l’albergo e’ attaccato all’aeroporto, a cinque minuti di taxi. La via e’ miserabile, in piena periferia, però ci sono una serie di alberghetti sempre pieni che accolgono i viaggiatori appena sbarcati. La camera e’ ordinaria, ma decisamente stracara per quello che offre.
Hostel 35 – 150.000 Rp camera doppia con bagno + colazione inclusa – camere e struttura sono piuttosto nuove e ben curate, anche se zanzare e insetti abbondano nelle stanze, e la colazione non è davvero niente di esaltante. Ma la biancheria e’ pulita e nell’insieme per essere in piena Jalan Jaksa, la via più turistica di Jakarta, il rapporto qualità prezzo non è davvero male.
Hunny Hostel – 120.000 Rp a persona in camera da otto + colazione inclusa – non saprei dire com’è, perché i signorini ci cancellano la prenotazione senza preavviso. Lo scopriamo alle due del mattino, quando appena sbarcati in città ci sbattono il cancello in faccia dicendo “spiacenti, siamo già pieni!”. Ma vaff…..

NOTE:
Cambio luglio / agosto 2013 – Indonesia: 1 euro = 13.200 Rp circa.

Annunci

»

  1. Ciao, mi sono iscritto al vostro blog, dopo una piacevolissima giornata trascorsa a Tenuta Polledro, parlando di viaggi (anche io e mia moglie a giugno siamo stati ad Ubud e a Gili Trawangan, e anni fa nel Sulawesi, nel parco marino di Bunaken).
    Vi seguirò con estremo piacere e leggerò a ritroso la storia del vostro anno in Asia.
    Saluti da Genova….Sergio e Fanny

    • Siamo sempre contenti quando qualcuno ci segue anche se non ci si conosce personalmente! Spero che siate stati bene dai miei genitori, magari ci incontreremo a Serravalle al nostro ritorno, chi lo sa!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...