Giappone – Informazioni pratiche

Standard

OSAKA
DA FARE:
L’acquario di Osaka è stupendo, tra i più belli al mondo, e merita senz’altro una visita. Una passeggiata nel quartiere di Amerika-Mura e’ d’obbligo per il people watching, mentre il castello, con i suoi giardini, rappresenta un’oasi di pace nel cuore della città. Sotto la grande stazione di Umeda si trova un enorme food court con ogni prelibatezza. Le vaschette vanno in sconto tra le sette e le otto di sera, poco prima della chiusura. Dalla cima dell’impressionante Umeda Sky Building si può gustare uno splendido tramonto sulla città e la sua baia.
DORMIRE:
Toyo Hostel – 3.400 Yen camera doppia A/C, cucina comune e bagno condiviso – all’apparenza e’ forse il meno curato degli ostelli in cui siamo stati, come ambiente e arredamento, ma il rapporto qualità prezzo e’ il migliore. Ottimi i servizi: noleggio biciclette, sala comune con TV e Play Station, lavatrice, asciugatrice, fon. Il personale e’ efficiente e dispone di informazioni utili sui trasporti e gli eventi in città. Sul sito si trovano indicazioni facili da seguire per raggiungere l’ostello, fatto da non sottovalutare se ci si muove per conto proprio.

NARA
DA FARE:
La bicicletta può essere un buon modo per visitare la città, ma anche a piedi le distanze sono brevi e quasi sempre pianeggianti. Tutti i siti di maggiore interesse si trovano nel grande parco di Nara-Koen, dove milleduecento cervi si aggirano tra splendidi templi buddisti. Da non perdere una passeggiata nel vecchio quartiere di Naramachi, dove si può visitare una delle caratteristiche case tradizionale.
DORMIRE:
Yuzan Guesthouse – 2.300 Yen a persona in dormitorio da otto letti, A/C, cucina comune e bagno condiviso – graziosa sistemazione in una casetta tradizionale, proprio accanto alla stazione dei treni. Dispone di sala comune, lavanderia, noleggio biciclette. L’ambiente è’ piccolo, ma molto molto curato.

KYOTO
DA FARE:
La città offre centinaia di templi e pagode, da visitare fino alla nausea. Per noi i più suggestivi sono stati in assoluto il Kinkakuji Temple, con il suo padiglione dorato, e le splendide arcate arancioni del Fushimi Inari. D’obbligo una passeggiate a Gion, il quartiere delle Geishe, ed al Nishiki Market. Il modo migliore per muoversi a Kyoto sono gli autobus. La rete e’ efficientissima e copre tutta la zona del centro, i biglietti giornalieri economici e facili da acquistare in tutti i punti di informazione turistica. Per chi volesse rilassarsi dopo tanto camminare il Funaoka Onsen e’ il bagno pubblico più tradizionale della città.
DORMIRE:
Bakpak Gion Hostel – 4.500 Yen in camera singola più materasso extra, A/C e bagno condiviso – Hugo, il gestore, e’ un personaggio incredibile. La posizione e’ centralissima, e comoda sia per visitare i parchi ed quartiere vecchio, che la zona moderna. Ampia sala comune con divani e tv, ma solo mezza cucina, nel senso che c’è tutto, frigo, microonde, bollitore, però mancano i fornelli.

TOKYO
DA FARE:
La città e’ immensa e per noi la cosa più interessante e girovagare tra i vari quartieri a caccia di facce, curiosità e ristorantini economici. La rete metropolitana e’ suddivisa tra diverse compagnie, quindi attenzione quando si acquistano i biglietti giornalieri, perché valgono soltanto per le linee incluse nella stessa compagnia. Da non perdere l’enorme attraversamento pedonale di Shibuya, i teenager travestiti a spasso per Harajuku, le fliers agghindate come bamboline di Akihabara, lo Skytree, la torre più alta del mondo.
DORMIRE:
Khaosan Tokyo Smile – 2.200 Yen a persona in dormitorio da quattro letti, A/C, cucina comune e bagno condiviso – oppure – Khaosan Tokyo Annex – 2.000 Yen a persona in dormitorio da otto letti, A/C, cucina comune e bagno condiviso – i due ostelli hanno la stessa gestione. La reception e la sala comune si trovano presso il Tokyo Annex, ma le stanze del Tokyo Smile sono appena dietro l’angolo. Il primo e’ molto frequentato, luogo ideale per incontrare altri viaggiatori, il secondo e’ più tranquillo e dispone anche di camere private. L’ambiente è’ molto pulito ed il personale sempre utile e disponibile.

MONTE FUJI – KAWAGUCHIKO
DA FARE:
Il trekking sulla cima e’ ufficialmente aperto solo tra luglio e agosto. Dopo può fare molto freddo. Inutile salire fino alla quinta stazione, l’ultima raggiungibile coi mezzi, se non si intende scalare il vulcano, perché la vista e’ migliore da sotto, nuvole permettendo. Con la bicicletta si può fare il giro dei due laghi, il Kawaguchiko e il Saiko, ma una bici col cambio sarebbe davvero opportuna. Altrimenti ci sono le navette.
DORMIRE:
K’s Backpackers House – 2.700 Yen a persona in dormitorio da otto letti, A/C, cucina comune e bagno condiviso – sicuramente il posto più bello in cui siamo stati, anche il più caro ma a ragione, perché l’ambiente è davvero curato. Le camere sono spaziose, la sala comune enorme, con divani e zona tatami. Tavoli di cristallo, cucina modernissima e luminosa. Noleggio biciclette e free pick up dalla stazione, basta fare una telefonata. Scopriamo che in realtà si tratta di una specie di catena, che dispone di altri ostelli in diverse parti del Giappone. Con una specie di tessera a punti, gratuita, si possono avere sconti e agevolazioni.

NOTE:
Cambio settembre 2013: 1 euro = 130 Yen circa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...