Valparaiso

Standard

Giorno 558.

Che cos’è? Frittata di spaghetti, risponde lei mentre il mio occhio indugia con disgusto sull’ammasso colloso che trabocca dalla padella. Guardo gli spaghetti ribellarsi nel tentativo disperato di non annegare nell’olio di semi. Uhmmm, buono. Mento spudoratamente, ma è la padrona di casa e non mi sembra il caso di contraddirla. La vecchia villa e’ la sua prigione colorata in cima alla scalinata che dal porto si inerpica sul Cerro Alegre. La condivide con i due figli trentenni sempre fuori casa, prontamente sostituiti da tre cani iperprotettivi che la seguono ovunque come un’ombra. La frittata di spaghetti scotti e’ per uno di loro, non ho capito se uno dei figli o uno dei cani, ma in cuor mio spero la seconda.

20140509-201901.jpg20140509-201908.jpg

Valparaiso e’ un po’ come il paese delle meraviglie. Malinconico e vivace, artistico e industriale, colorato e scosceso. Strade in cui la vita trabocca fino all’eccesso, luogo di contraddizioni, in cui si incontrano cultura e commercio, Europa e Sudamerica, democrazie e dittatura. Città unica nel suo genere, la sorprendente Valpo, così ribattezzata dai suoi abitanti, e’ un anfiteatro che si affaccia sul Pacifico, un luogo simbolico per i cileni che ha visto nascere Salvador Allende e il suo antagonista Pinochet, terra in cui ha vissuto a lungo il poeta Pablo Neruda e che ha saputo trasformarsi in uno dei centri culturali più poetici e rivoluzionari del paese.

20140509-202016.jpg20140509-202020.jpg

20140509-202040.jpg20140509-202044.jpg

E dalla cima del Cerro Concepcion, una dei quaranta picchi cui si aggrappa la città, davvero si possono vedere queste due anime: quella colorata, viva e decadente che si srotola nel dedalo di vicoli e case in legno impreziosite da graffiti e murales. Scalinate decorate di poesie, vecchi tram che si inerpicano sulle colline, giardinetti di mosaici, cantucci che puzzano di urina. Trattorie caotiche dove si servono pescados e mariscos, o indigestissimi piatti di chorrillana (un salutare abbinamento di patatine fritte, salsiccia fritta e uova fritte). Nel sole di mezzogiorno, tra il volo dei gabbiani e le facce che ti guardano dai muri scrostati, questo luogo ha qualcosa che sta a metà tra Genova e Barcellona.

20140509-202208.jpg20140509-202214.jpg

20140509-202231.jpg20140509-202238.jpg

20140509-202307.jpg20140509-202311.jpg

20140509-202317.jpg20140509-202322.jpg20140509-202325.jpg

20140509-202329.jpg20140509-202334.jpg20140509-202338.jpg

Poi c’è la faccia moderna e commerciale, quella arrugginita e piena di container addormentati sulla banchina del porto, il più importante dello stato cileno, quella della sede del Parlamento, un palazzone a vetri con un enorme buco in mezzo, tipo La Defense, e in lontananza, tra la bruma del mare, il sofisticato sobborgo di Viña del Mar, la meta turistica balneare più chic del paese, paradiso di cantanti e starlette televisive.

20140509-201816.jpg20140509-201829.jpg

Nota: Nel mentre che scriviamo, un terzo della città e’ andato distrutto da un terribile incendio in cui sono morte oltre venti persone. Al momento non abbiamo notizie della signora né dei suoi cani.

Annunci

»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...