Cile – Informazioni pratiche

Standard

PUNTA ARENAS – PATAGONIA
DA FARE:
La città e’ zona franca, quindi il posto ideale per fare scorta di materiale da trekking e da campeggio a prezzi scontati da utilizzare in Patagonia o nella vicina Torres del Paine. Il tour dei Pinguini Magellanici ci sembrava un po’ caro e lo saltiamo, a torto però, perché la colonia e’ una delle più grandi di tutto il Sudamerica e sicuramente interessante da vedere.
DORMIRE:
Hospedaje Indipendencia – 7000 Pesos Cileni a persona in camera doppia con bagno in comune e colazione inclusa – il proprietario si chiama Eduardo e gestisce con la verga e la carota questo piccolo ostello/campeggio tanto pulito ed accogliente. Ci sono precise regole ed orari per l’utilizzo della cucina che vanno rispettati per il benessere di tutti visto che lo spazio e’ piccolo, le colazioni sono gigantesche e cucinate a regola d’arte, le stanze calde ed accoglienti, inoltre si possono avere utili informazioni per tour ed escursioni nei dintorni. Davvero un ottimo ambiente.
Residencial Charitas – 15000 Pesos Cileni in camera doppia con bagno in comune e colazione inclusa – probabilmente un motel a ore, vista la zona e la clientela, ma per una notte sopportabile.

PORVENIR – TERRA DEL FUOCO
DA FARE:
Porvenir e’ quello che ci si aspetta da un paese alla fine del mondo. L’atmosfera e’ quasi surreale. La parte cilena della Terra del Fuoco e’ sicuramente più autentica della turistica Ushuaia, che per noi e’ stata una vera delusione. Ma la vera attrazione si trova a circa centoventi chilometri dal paese, nei pressi di Onaisin, si trova l’unica colonia di Pinguini Reali al di fuori dell’Antartide. Si tratta di circa duecento esemplari che nidificano su un pezzo di costa sperduto in mezzo al nulla. Un traghetto collega tutti i giorni, escluso il lunedì, Punta Arenas a Porvenir. Dopodiché si può tentare di raggiungere la riserva in autostop, ma e’ sconsigliabile perché i mezzi in circolazione sono davvero pochi. Però due volte a settimana, martedì e venerdì, c’è un autobus che parte alle sei del mattino da Porvenir, ti scarica alla riserva, prosegue fino a Cameron, il villaggio successivo, ed intorno alle nove del mattino ritorna indietro. Il tutto ad un prezzo ridicolo, ma questo ovviamente all’ufficio informazioni di Punta Arenas nessuno te lo dice.
DORMIRE:
Despertar de Job – 8000 Pesos Cileni in dormitorio con bagno in comune – ottima ospitalità in questo ostello economico a gestione familiare, situato a pochi passi dal centro del paese. Pulito, con acqua calda e tante coperte per dormire.

PUERTO NATALES – PATAGONIA
DA FARE:
La base di partenza ideale per organizzare alcuni giorni di trekking nel vicino parco di Torres del Paine. In città c’è tutto il necessario, un supermercato grande e ben fornito dove comprare scorte alimentari, molti negozi dove e’ possibile acquistare e noleggiare materiale da trekking e da campeggio, inoltre tutti i giorni in un bar del centro, l’Erratic Rock, alcuni volontari tengono un piccolo briefing per illustrare ai turisti le varie tappe del trekking, la durata ed i percorsi possibili.
DORMIRE:
Hospedaje Tyndall – 7000 Pesos Cileni a persona in camera doppia con bagno in comune e colazione inclusa – ambiente semplice e familiare per questo ostello economico con bagni puliti, grande cucina, sala comune, cortiletto dove e’ possibile campeggiare. Un po’ fredde le camere, soprattutto di notte, nonostante le stufe, ma l’isolamento termico non è proprio il punto di forza delle case cilene.

TORRES DEL PAINE – PATAGONIA
DA FARE:
Due sono i circuiti tipici, chiamati comunemente la O e la W. Per il primo sono necessari almeno sette notti, per il secondo tre. Noi facciamo la W in quattro notti, da est verso ovest. Il primo giorno raggiungiamo l’Accampamento Torres, montiamo la tenda e saliamo alle torri, anche se causa maltempo, saliremo ancora una seconda volta il mattino seguente. Il secondo giorno ci spostiamo all’Accampamento Italiano, costeggiando Los Cuernos. Il terzo giorno ci riposiamo al mattino e nel pomeriggio risaliamo la Valle del Frances. Dormiamo abusivamente una seconda notte all’Accampamento Italiano. Il quarto giorno raggiungiamo il Ghiacciaio Grey. Il quinto giorno torniamo indietro e dal Rifugio Paine Grande non prendiamo il costosissimo catamarano per rientrare, ma raggiungiamo a piedi l’amministrazione del parco, cosa che consigliamo perché le viste migliori si hanno proprio da questo tratto di sentiero molto poco frequentato.
DORMIRE:
Campamento Torres – gratuito – il campeggio e’ custodito dai rangers ed è consentito per una sola notte, soprattutto in alta stagione. Offre bagni, ma niente docce e un quincho semiaperto per cucinare.
Campamento Italiano – gratuito – il campeggio e’ custodito dai rangers ed è consentito per una sola notte, soprattutto in alta stagione, ma in questo caso e’ molto più facile evadere la regola, visto che l’area e’ molto più grande e molto più frequentata. Offre bagni, ma niente docce e un quincho semiaperto per cucinare.
Campamento Refugio Grey – 4000 Pesos Cileni a persona per campeggiare – il campeggio e’ a gestione privata, offre bagni con doccia calda, una stanza chiusa dove mangiare e cucinare, un piccolo spaccio dove si possono comprare provviste. Accanto si trova anche il rifugio con il ristorante, a prezzi decisamente più elevati.

VILLA O’HIGGINS – PATAGONIA
DA FARE:
Da El Chalten raggiungiamo Villa O’Higgins a piedi, l’ultima città della Carretera Austral. Fallito il tentativo autostop, da El Chalten prendiamo un taxi fino al Lago del Deserto. Con l’ultima lancia delle cinque del pomeriggio attraversiamo il lago e sbrighiamo le pratiche alla frontiera Argentina. Proseguiamo con un trekking di un paio d’ore, per raggiungere la parte alta della valle dove campeggiamo in mezzo al niente. Il giorno seguente proseguiamo con i sedici chilometri che mancano per raggiungere Candelario Mansilla e la frontiera cilena. Nel primo pomeriggio una barca attraversa il Lago O’Higgins e ci conduce all’omonimo villaggio. E’ necessario portarsi cibo sufficiente per tutto il tragitto, mentre l’acqua si può tranquillamente bere dai torrenti lungo il percorso.
DORMIRE:
Tsonek Eco Camping – 4000 Pesos Cileni per persona – un posto indimenticabile sognato e costruito con amore dai simpatici Mauro e Julie. Tutto è’ realizzato con materiali riciclati ed ecologici, nulla va sprecato. Doccia calda, quincho riscaldato per cucinare, bagni secchi. Atmosfera divertente e gioviale.

CALETA TORTEL – PATAGONIA
DA FARE:
Il paese e’ costruito sull’acqua al fondo di un profondo fiordo affacciato sul Pacifico. Una serie di suggestive passerelle collega le abitazioni tra loro. Un breve trekking di un’ora conduce ad un belvedere alle spalle del villaggio da cui si può godere di una splendida vista sull’acqua verde della baia.
DORMIRE:
Free Camping La Playa – gratuito – situato al fondo del villaggio, purtroppo molto vicino agli acquitrini, il che in assenza di vento lo rende dimora ideale per milioni di zanzare assetate di sangue. Oltre a questo il campeggio e’ privo di bagni, luce e docce.

COCHRANE – PATAGONIA
DA FARE:
A pochi chilometri della città si trova il Parco Naturale Los Huemules, ideale per qualche giorno di trekking per chi volesse provare a incontrare questi celebri cervi andini. Noi lo saltiamo, anche perché qualcuno ci dice che se ne vedono davvero pochi, o nessuno. Preferiamo esplorare il vicino Cerro San Lorenzo, un luogo molto meno turistico e davvero isolato.
DORMIRE:
Hospedaje y Camping Cochrane – 7000 Pesos Cileni a persona in camera doppia con bagno in comune – grazioso ostello/campeggio in pieno centro, con giardino alberato e quincho per cucinare. Camere e bagni sono puliti e l’atmosfera rilassata.

CERRO SAN LORENZO – PATAGONIA
DA FARE:
Ai piedi del Cerro San Lorenzo si trova l’Estancia della famiglia Soto, un paradiso sperduto in una valle da sogno, dove gli animali pascolano liberi e si può scoprire la vera Patagonia. Raggiungibile solo a piedi con un trekking di quattro ore, circa una ventina di chilometri dal guado dove inesorabilmente i trasporti pubblici si fermano. In alternativa si possono contattare i figli dei Soto, che risiedono in Cochrane e contrattare con loro un passaggio. Il paesaggio nei dintorni e stupendo e ci sono diversi trekking a lagune e ghiacciai appartenenti al complesso del San Lorenzo. L’Estancia e’ davvero uno dei luoghi più autentici e suggestivi che abbiamo visitato.
DORMIRE:
Estancia Familia Soto – 6000 Pesos Cileni per persona – si campeggia a piacimento intorno alla casa, l’Estancia offre bagni nuovi di zecca e docce bollenti, un grazioso quincho in legno riscaldato per cucinare, anche se con un piccolo extra la signora Soto sforna pranzetti deliziosi.

VILLA CERRO CASTILLO – PATAGONIA
DA FARE:
Pochi si fermano al villaggio e conoscono il trekking che conduce al Cerro Castillo ed alla sua laguna verde smeraldo. Un percorso che va da due a cinque giorni e che in alcuni tratti si rivela davvero difficile, forse il più tecnico che abbiamo affrontato. Il sentiero si perde del tutto lungo una pietraia quasi verticale ed i segnali non sono sempre ben visibili. La scalata può diventare pericolosa soprattutto quando le condizione meteorologiche si pongono avverse, ma la vista sulla valle e sul massiccio e’ tra le più suggestive della zona. L’alternativa per i pigri e’ un’escursione di giornata a cavallo che conduce alla base della laguna, raggiungibile poi a piedi con circa un paio d’ore di cammino.
DORMIRE:
Residencial Austral – 7000 Pesos Cileni per persona in camera doppia con bagno in comune – le camere sono un guazzabuglio di materiali riciclati recuperati dalla vecchia scuola in demolizione, alcune non hanno la porta e l’acqua calda va e viene. Ma l’ospitalità di questa famiglia non ha limiti, la sala comune e’ calda e spaziosa e l’ambiente per quanto ruspante e’ pulitissimo. L’ampia cucina e’ a disposizione per chi desidera prepararsi qualcosa da mangiare, altrimenti la signora Luna e’ sempre disponibile a preparare qualcosa di caldo.

COYHAIQUE – PATAGONIA
DA FARE:
Base di partenza per la navigazione tra i fiordi, con un traghetto economico. Con circa trenta ore di traversata il battello pubblico collega il vicino Puerto Aysen con Quellon, sull’Isola di Chiloe, passando per Puerto Cisnes. Le partenze non sono tutti i giorni e prenotare con anticipo e d’obbligo, telefonicamente o sul sito della compagnia Naviera Austral.
DORMIRE:
Hostal del Nevado – 20000 Pesos Cileni in camera doppia senza finestra con bagno in comune e colazione inclusa – l’ostello e’ di altissima qualità ed anche i prezzi sono piuttosto elevati, per questo cerchiamo la stanza più economica. Camere nuove di zecca, buona la colazione, servizio curato, cucina ben fornita e salotto a disposizione. Insomma un posto di classe.

QUELLON – ISOLA DI CHILOE’
DA FARE:
Noi ci fermiamo solo una notte, stremati dal viaggio e a dirla tutto il porto di Quellon, avvolto nel buio, non sembra essere troppo affascinante.
DORMIRE:
Hostaria Restaurante accanto al porto – 20000 Pesos Cileni in camera doppia con bagno privato – quando il traghetto scarica cinquecento anime nel cuore della notte al porto di Quellon dopo trentasei ore di viaggio, si scatena una corsa folle per accaparrarsi una stanza economica. Noi ci conquistiamo questo posto senza nome che non e’ male, un po’ vecchio stile forse, ma sufficientemente confortevole vista la situazione.

ANCUD – ISOLA DI CHILOE’
DA FARE:
La cittadina e’ graziosa, con casette di legno colorate e tanto pesce fresco da mangiare. Il tour dei pinguini Magellanici nella vicina riserva di Puñihuil si rivela economico anche se piuttosto deludente.
DORMIRE:
13 Lunas Hostel – 10000 Pesos Cileni in dormitorio con colazione inclusa – uno dei più begli ostelli in cui siamo stati durante l’intero viaggio. Ricavato all’interno di una grande casa tradizionale completamente restaurata, offre una cucina grandiosa, letti comodi e camere spaziose, terrazzo con vista, giardino e frutteto.

PUCON – REGIONE DEI LAGHI
DA FARE:
La cittadina e’ una Mecca degli sport d’avventura, molto frequentata da Americani, Australiani ed Israeliani, ed i prezzi di tutto ovviamente ne risentono. Il top sembrerebbe essere la scalata del Vulcano Villarica, ma il costo del tour si rivela essere troppo alto per noi, così ci accontentiamo di un trekking ad un belvedere da cui la vista spazia sui quattro vulcani della zona. Il giorno dopo, per il compleanno di Giulia, ci regaliamo la visita alle terme di…. con tanto di super pranzo annesso. Il cuoco di origine basche ci delizia con uno dei pasti migliori del nostro viaggio.

DORMIRE:
Nativa Hostel – 8000 Pesos Cileni a persona in camerata da quattro con bagno in comune e colazione inclusa – l’ostello sembra uno dei favoriti dai rumorosi turisti israeliani, tanto che il proprietario parla ebraico. Il posto in se’ non e’ malaccio, ma l’ambiente non ci entusiasma, sembra di essere a Tel Aviv piuttosto che in Sudamerica.

SANTIAGO
DA FARE:
Per noi la capitale cilena si rivela un posto piacevole in cui riposarsi dopo le fatiche Patagoniche. Non facciamo nulla di speciale, tranne curiosare per le bancarelle del mercato e comprare pesce fresco con cui preparaci sontuosi piatti di ceviche in ostello.
DORMIRE:
Backpackers Santiago – 6500 Pesos Cileni a persona in dormitorio con colazione inclusa – ricavato in una vecchia casa, dispone di grande cucina, patio interno, camere spaziose, staff molto simpatico. Un bell’ambiente per fermarsi qualche giorno.
Landay Hostel – 6500 Pesos Cileni a persona in dormitorio con colazione inclusa – l’ostello e’ sicuramente di livello più elevato, meglio restaurato del precedente, ma l’ambiente e’ molto più freddo, la cucina si può usare solo parzialmente e nel complesso preferiamo il Backpackers, per quanto più trascurato nei dettagli.

VALPARAISO
DA FARE:
Splendido scenario per vagabondare qualche giorno sugli infiniti colli che compongono la città e per curiosare tra vecchie case in legno, vicoli strapieni di murales e bellissime viste sull’Oceano Pacifico.
DORMIRE:
Millennium House Hostel – 7500 Pesos Cileni a persona in dormitorio con colazione inclusa – l’ostello non è adatto a chi non è amante dei cani, ma la padrona di casa e suoi tre fidi compagni offrono un’accoglienza speciale in questa vecchia casa riadattata ad ostello. Gentilezza, una buona colazione ed una piccola cucina a disposizione sono i punti di forza del Millennium.

SAN PEDRO DE ATACAMA
DA FARE:
Per chi non vuole spendere una fortuna e godersi in solitudine gli splendidi scenari del deserto di Atacama, la bicicletta e’ senz’altro il miglior modo per muoversi. Tanta acqua e crema solare sono fondamentali. I siti più suggestivi sono la Valle della Luna, la Valle della Muerte, la Quebrada del Diablo e le splendide Lagune. Deludente invece il tour dei geyser, o almeno così ci dicono. E’ possibile inoltre visitare uno dei tanti telescopi della zona, per una notte a caccia di stelle.
DORMIRE:
Backpackers San Pedro – 8000 Pesos Cileni a persona in dormitorio – posto bellissimo e molto pulito, appena fuori dal circo turistico del centro. Doppia cucina, piccola piscina, cortile con gazebo, bar, TV e amache. Letti comodi e biancheria appena comprata.

NOTE:
Cambio Gennaio / Marzo 2014 – 1 euro = 750 Pesos Cileni circa.

Annunci

Una risposta »

  1. ciao,
    dovrei andare in cile a gennaio e dovrei rimanerci per circa un mese.Quanto tempo avete impiegato per fare il vostro giro? Noi vorremmo fare la patagonia e poi risalire, ma ancora non siamo decisi.

    grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...